Yoga per le Scuole

Lo yoga è una disciplina millenaria, eppure estremamente moderna, riconosciuta come una delle più complete per la salute del corpo, della mente e per sviluppare la conoscenza di sé.
Con lo yoga i bambini ed i ragazzi ritrovano la loro condizione originaria di benessere fisico e mentale, la pratica li accompagna nella vita e li aiuta a crescere forti, centrati e sorridenti.

Il progetto Yoga per le scuole permette l’insegnamento di questa disciplina ad ogni fascia di età, dalla scuola materna a quella secondaria:

SCUOLA MATERNA
Lezione breve, dinamica, giocosa! Musica, danze e colori ci aiuteranno alla scoperta del nostro corpo e del nostro respiro. La lezione dura 45 minuti.

SCUOLA PRIMARIA
Si affina la scoperta del corpo e si diventa maestri di sé stessi. Attenzione al corpo, al respiro ma anche alle relazioni con la classe e con l’ambiente. La lezione dura 1 ora.

SCUOLA SECONDARIA
Lavoro sulla postura, sulle buone abitudini per mantenere in salute il corpo, consapevolezza e uso del respiro ed esercizi e giochi di concentrazione. Vivere al meglio l’adolescenza! Accogliere i cambiamenti del corpo, muoversi con armonia, scaricare tensioni, equilibrare. Durata 1ora e mezza.

come si svolge

PRIMA DI TUTTO
Lezione comincia fuori dall’aula. Accompagnando i bambini nella sala predisposta all’attività si ricerca l’attenzione e il rispetto. In tolgono le scarpe e si posizionano con ordine fuori dall’aula. In questa fase è fondamentale la collaborazione delle insegnanti per creare un clima positivo e di ascolto.

RITUALE D’INIZIO
Si propone un rituale che immerga i bambini nel mondo yoga. Che li predisponga all’ascolto e alla collaborazione.

RISCALDAMENTO
I bambini devono preparare il loro corpo all’attività. Questo avviene tramite giochi di gruppo, giochi con la musica o esplorazioni dello spazio guidate.

ASANA
Dopo aver predisposto corpo e mente siamo pronti per imparare le asana (posizioni), ciò avviene solitamente attraverso e previa narrazione di una storia yogi dai contenuti morali evidenti. Interpretando le asana i bambini interpretano una storia che rimarrà nel loro cuore come monito o spunto di riflessione.

RESPIRO
La consapevolezza del respiro è l’obbiettivo principale dello yoga per bambini. Si mostrano attraverso il gioco o la grafica tecniche di respirazione e si invita ad un momento di ascolto. Si possono proporre rilassamenti guidati, brevi visualizzazioni, canti o massaggi.

RITORNO IN CLASSE
Ci congediamo con un rito finale pronti a tornare “nella realtà”. Anche questo momento è molto importante e la sua riuscita consente alle insegnanti di trovare una classe più rilassata e attenta solo se anche da parte sua c’è stata attenzione e collaborazione. Si rimettono le scarpe e si torna in classe cantando o respirando o semplicemente godendo del silenzio.

Perchè lo yoga a scuola

IL CORPO: EQUILIBRIO DENTRO ED EQUILIBRIO FUORI
Lo yoga sostiene che il comportamento espressivo esteriore del bambino e del ragazzo è in accordo con ciò che avviene interiormente. Attraverso la pratica di asana (posizioni) e di pranayama (tecniche di controllo del respiro e dell’energia vitale) si lavora in modo completo sull’equilibrio psicofisico, si aiuta ad armonizzare il sistema nervoso ed endocrino, si struttura l’apparato muscolo-scheletrico, si migliora la postura, l’elasticità, l’equilibrio, si rafforza l’apparato respiratorio. Il percorso che viene proposto è di autoeducazione, con l’ascolto di sé i bambini sperimentano che cosa è davvero bene per loro in modo da sapersi muovere non solo durante la lezione, ma anche nella vita.

RESPIRARE CORRETTAMENTE
Correzione della dinamica respiratoria, sblocco e rafforzamento della muscolatura respiratoria. Sentire il respiro come alleato nella gestione dello stress e delle emozioni.

RILASSARE E RALLENTARE
Lo yoga aiuta bambini e ragazzi ad apprezzare l’alternanza dei ritmi, nel rilassamento imparano a recuperare forza e calma e ad alleggerire il corpo dallo stress e dalle tensioni fisiche o sottili, vecchie e nuove. Rallentando il ritmo i bambini si possono ascoltare e scoprono un mondo dentro di sé.

CONCENTRARE LA MENTE
Attraverso posizioni di equilibrio, visualizzazioni e pratiche di concentrazione di tradizione millenaria, i bambini imparano a sentire il silenzio nella mente e ad apprezzarlo.

VALORI UNIVERSALI
La disciplina dello yoga va al di là della pratica sul tappetino, è un modo di vivere. Lo yoga si fonda sul rispetto di valori universali (yama e niyama) che stanno alla base di tutto il percorso. Non violenza, contentezza, verità, purezza fisica e mentale, equanimità vengono trasferiti al bambino attraverso il gioco, l’esperienza del corpo, il respiro, il lavoro a coppie, il canto.

Informazioni pratiche

GLI INCONTRI
Solitamente un progetto varia da un minimo di 10 incontri ad una frequenza mono settimanale annuale. Indicativamente se il progetto è breve è possibile collegarlo ad un obiettivo didattico che si intende approfondire come ad esempio: le emozioni, il corpo umano, i numeri, gli animali, il ciclo della vita…

L’AMBIENTE
Il laboratorio si può svolgere anche all’interno della classe ma è preferibile individuare un luogo caldo e accogliente che dia agli allievi la possibilità di calarsi “nell’atmosfera giusta”. Deve essere un luogo pulito e sgombro da ogni materiale. Luminoso e soprattutto non di passaggio.

NUMERO DI ALLIEVI
Le classi piccole sono preferibili per questo tipo di lavoro. 8/10 partecipanti a gruppo è il numero ideale.  Se possibile dunque è meglio dividere la classe in 2. In alternativa si procede per gruppi classe.

Insegnanti