DANZEDUCATIVA®

E’ un’esperienza di movimento che permette all’allievo di entrare in contatto con la propria espressività motoria e creativa interagendo

con il proprio CORPO, con la MUSICA, con lo SPAZIO e con i COMPAGNI.

La lezione permette all’allievo di percepire la consapevolezza di un corpo “parlante” dando la possibilità a chi la pratica di unire spontaneità, creativa e attività cognitiva.
Le lezioni sono scandite da ritmi di lavoro ben precisi: ACCOGLIENZA, RISCALDAMENTO, ESPLORAZIONE, COMPOSIZIONE E CONCLUSIONE, tenendo ben presenti le capacità psicofisiche ed emotive della classe e del singolo.

Le disabilità sono incluse.

obbiettivi

COSA
Fare esperienza e analizzare cosa si muove significa puntare l’attenzione sul corpo, sulla sua struttura e sulle principali funzioni motorie.

DOVE
Dove e verso dove ci si può muovere? In quali e quante direzioni e dimensioni? Impariamo a considerare lo spazio come luogo del movimento dotato anche di profondità e consistenza.

COME
esploriamo le caratteristiche qualitative e dinamiche del movimento stimolati dalla musica, dalla relazione con l’altro e con l’oggetto. Sperimentando il come nello spazio, nel tempo, nel flusso e nel peso.

CON CHI
Da soli, a coppie in gruppo. Questo è un importante momento di relazione che aiuta a sviluppare la coscienza di sé in relazione all’altro e al gruppo.

A chi è rivolto

ASILO NIDO
Brevi incontri da massimo 30 minuti con gruppi da 8- 10 bambini.
Dopo un momento di ACCOGLIENZA i piccoli vengono invitati ad immergersi in semplici ESPLORAZIONI motorie spesso con l’aiuto di oggetti transitori (piume, teli, piccoli strumenti) che vanno a stimolare la fruizione di danza intesa come espressione libera del sé.
E’ previsto un momento conclusivo condiviso con le famiglie.

SCUOLA MATERNA
Per questa fascia sono previsti degli incontri della durata di 45 minuti (30 minuti per i 3 anni).
Gli allievi vengono accolti per fascia d’età.  La lezione prevede un momento di ACCOGLIENZA in cerchio, un RISCALDAMENTO delle parti e di tutto il corpo, un’ESPLORAZIONE di volta in volta differente che va a indagare le possibilità coreutiche del movimento. Il Lavoro può essere eseguito singolarmente, in coppia o in gruppo e può essere sostenuto da oggetti evocativi e/o sensoriali che possono stimolare e accompagnare i bambini nella loro ricerca.
Per i 5 anni è previsto un momento dedicato alla COMPOSIZIONE.
Si conclude la lezione con un rito di CONGEDO che può essere dinamico o volto al rilassamento in base all’impulso del gruppo. Il ciclo di incontri termina generalmente con una lezione aperta partecipata. E’ possibile con incontri superiori ai 10 arrivare a realizzare interventi coreografati per lo spettacolo di Natale o di fine anno.

SCUOLA PRIMARIA
Per questa fascia sono previsti degli incontri della durata di 1 ora. Il lavoro viene sempre preventivamente concordato con i docenti, in modo tale da essere inserito in maniera armonica con il programma didattico e seguito e valorizzato dagli insegnanti che possono arricchirlo e ampliarlo a seconda delle proprie esigenze. E’ possibile, ad esempio, creare percorsi legati alla narrativa: racconti, fiabe, miti antichi, leggende popolari e locali. Oppure alla didattica: i numeri, le figure geometriche, la poesia, l’arte, la geografia o la scienza; collegare il laboratorio ad un esperienza museale o renderlo il fulcro di riflessioni legate a tematiche sociali e culturali: diritti dei bambini, clima, rispetto delle minoranze, giornata della pace…
L’organizzazione della lezione è la seguente: ACCOGLIENZA, RISCALDAMENTO, ESPLORAZIONE, COMPOSIZIONE e CONGEDO.
Il ciclo di incontri si può concludere con una lezione aperta condivisa dove le famiglie sono invitate a partecipare attivamente, oppure si può realizzare una videoperformance, unendo quindi l’informatica al progetto danza. Superati i 10 incontro il lavoro può andare a concretizzarsi in una coreografia da inserire all’interno di un esibizione teatrale.
Per questa fascia d’età è possibile prendere in considerazione anche laboratori legati all’insegnamento delle DANZE POPOLARI (d’ Italia, d’Europa o del Mondo) che divertono molto i bambini e possono collocarsi perfettamente nella programmazione didattica delle classi terze, quarte e quinte.

Informazioni Pratiche

IN QUALE LUOGO SI SVOLGE IL LABORATORIO?
In uno spazio pulito, sgombro da attrezzature, sedie o materiale non inerente all’attività fisica e soprattutto adatto a contenere il numero di bambini/ ragazzi che partecipano al laboratorio.

ABBIGLIAMENTO
Comodo e con calze antiscivolo.

QUANDO?
Durante l’orario scolastico.

QUANTO DURA UN PROGETTO?
Da un minimo di 5 incontri sino a ricoprire un impegno mono settimanale annuale. Solitamente vengono realizzati 10 incontri.

IL MATERIALE
Il materiale necessario al laboratorio viene fornito insegnate.

Insegnanti